Sfince di San Giuseppe - Ricette siciliane di casa mia e no

Vai ai contenuti
Sfince di San Giuseppe
Storia-Origini-Delucidazioni
La sfincia di San Giuseppe indica un dolce fritto tipico della Sicilia che, come tale, è stato ufficialmente inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. (fonte Wikipedia)
Prodotto nelle province di Palermo e Trapani
Ingredienti per circa 25 Sfince di San Giuseppe
Sfince:500 gr. farina 00 ; 125 gr. strutto; 500 ml. acqua ;10 gr. sale ;olio di semi di arachidi q.b. (per friggere); 12 uova grandi circa; un pizzico di bicarbonato.
Farcitura: 1500 gr. ricotta di pecora; 600 gr. zucchero; gocce di cioccolato q.b.; arancia candita (a filetti) q.b.: ciliegie candite q.b.; granella di pistacchi q.b.; gocce di ciccolato fondente q.b.
Preparazione
Per la crema di ricotta; Mettere la ricotta di pecora a sgocciolare in un colino, quindi setacciarla, mescolarla per bene in una terrina insieme allo zucchero, aggiungere le gocce di cioccolato e riporla in frigorifero per una notte.

Per le Sfince; Mettere  su fuoco moderato acqua strutto e sale, quando si e' sciolto lo strutto togliere dal fuoco e  aggiungere mescolando tutta la farina e  rimettere in cottura fino a quando l'impasto si stacca formando una  palla, fare raffreddare e dopo aggiungere pian piano uno alla volta le uova aggiungendo l'uovo dopo che il precedente sara' stato assorbito, continuare a impastare fino a quando l'impasto assumera' la densita' di una crema corposa e infine aggiungere il pizzico di bicarbonato. Formare delle palline grandi come una noce friggere in abbondante olio per friggere non troppo caldo e non piu' di due sfince per volta, una volta immerse nell'olio le due sfince (non devono toccare il fondo) con un cucchiaio di legno continuare a muovere le sfincie, girandole e rigirandole nell’olio. Ogni tanto dare dei colpetti alla sfincia col dorso del cucchiaio. A un certo punto si vedra' la sfincia “sbocciare” lentamente come un popcorn.  Continuare la cottura ancora per qualche minuto girando e rigirando (attenzione sempre alla temperatura) e quando la si vedra' ben dorata, tirarla fuori e porla su un vassoio ricoperto con della carta assorbente da cucina.
Inizialmente le sfincie sembreranno croccanti, appena fredde si ammorbidiranno.

Confezionamento Sfincie di San Giuseppe; Con la ricotta riempire una sac à poche munita di bocchetta liscia e larga. Infilzare leggermente la sfincia, fare andare un po’ di farcitura all’interno e continuare anche all’esterno. Cospargere infine con granella di pistacchi e decorare con un filetto di arancia e mezza ciliegina candita. Lasciare riposare le sfince di San Giuseppe per un’ora circa cosi' si avra' un  dolce morbido e buonissimo.
Sfince di San Giuiseppe
Torna ai contenuti