Caponata di melanzane - Le ricette di casa mia

Alcune ricette di casa mia
....siciliane e no.......
Vai ai contenuti
Caponata di melanzane
La caponata e' un prodotto tipico della gastronomia siciliana.
Si tratta di un insieme di ortaggi fritti (per lo più melanzane), conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce. Ne esistono numerose varianti, a seconda degli ingredienti: le ricette “classiche” raccolte in tutta l’isola sono ben 37. (con questa 38, che differisce dalle altre perche’ in questa ricetta il sedano non viene fritto, ma bollito, per cui piu’ leggera).
La caponata, diffusa in tutto il Mar Mediterraneo, e' generalmente utilizzata oggi come contorno o antipasto, ma sin dal 1700 costituiva un piatto unico, accompagnata dal pane.
L’etimologia deriverebbe dal “capone”, nome con il quale in alcune zone della Sicilia viene chiamata la ‘lampuga’, un pesce dalla carne pregiata ma piuttosto asciutta che veniva servito nelle tavole dell’aristocrazia condito con la salsa agrodolce tipica della caponata. Il popolo, non potendo permettersi il costoso pesce, lo sostituì con le economiche melanzane. Ed e' questa la ricetta giunta fino a noi. Qualcuno sostiene che il nome del piatto derivi dalle “caupone”, taverne dei marinai.
(fonti Wikipedia)

Ingredienti per circa 10 vasetti da 200 gr:
Melanzane 3 per circa Kg. 0,800;
1 sedano, grammi circa 500;
1 cipolla grossa;
800-1000 ml.di salsa di pomodoro;
300 gr. Olive verdi;
15 gr.capperi;
30-50 ml. aceto;
50-80 gr. zucchero.

Preparazione:
Tagliare le melanzane a cubetti e immergerle in abbondante acqua e sale per circa un’ora.
Lavare il sedano, tagliare le coste a pezzetti e bollire in acqua fino a cottura.
Friggere le melanzane in olio di semi.
Preparare la salsa di pomodoro ( pronta come quella per condire la pasta n.d.r.)
Tagliare a pezzettini la cipolla e soffriggere fino a quando non si ammorbidisce (deve rimanere bianca) in olio di oliva.
Condire la salsa con aceto e zucchero (secondo il gusto personale, ma cmq che sia dolce) poi, aggiungere il sedano cotto in precedenza e sgocciolato, la cipolla con l’olio di frittura, le olive denocciolate, i capperi e lasciare cucinare per alcuni minuti questo composto, dopo di ciò, aggiungere le melanzane fritte. Mescolare il tutto, correggere eventualmente l’agrodolce e togliere dal fuoco!
Conservare in vasetti di vetro sterilizza-ti e sottovuoto. Si puo’ consumare anche subito, ma e’ molto piu’ buona, se riposa almeno una settimana.
Io di solito metto i vasetti puliti in forno a 200 gradi per 10 minuti, invaso con il preparato ancora caldo e subito capovolgo i vasetti fino al raffredda-mento. Cosi’ facendo si crea un sottovuoto che ci permette di conservare i preparati anche per piu’ di un anno. Quando aperti dovranno essere riposti in frigo e consumati quanto prima.
Torna ai contenuti